Un pò di me e la mia intervista con Maurizio Costanzo e più in giù in nuovi post

venerdì 7 settembre 2007

Un momento di riflessione

Tutto è modificabile, nulla è fatalmente immobile in noi, lo stesso nostro carattere non è immutabile nel tempo, anzi gli avvenimenti lavorano sul suo metallo e lo scheggiano o lo scolpiscono, mentre l'educazione, specialmente l'auto-educazione, ha ancora maggiore potere su di esso, e sa fonderlo più o meno completamente secondo la forma dell'ideale prefisso.

Da " Divagazioni sulla felicità" di Oscar Fingal

5 commenti:

Giampaolo ha detto...

E' verissimo.
Però vorrei che alcune piccole importanti cose, di cui sono convinto, restino immutabili. Auto-educazione è un concetto bellissimo. E' l'ideale prefisso che ci cambia interiormente?

M.Cristina ha detto...

Sono molto contenta che tu ti sia trovato d'accordo con questo mio post...pensa che il libricino da cui lo tratto è datato 1919.

marina ha detto...

"..secondo la forma dell'ideale prefisso"

speriamo, io sto ancora a spettando...

ciaomarina

polle ha detto...

...io come ideale prefisso ho Gene Wilder... ce la farò??? O forse sarebbe il caso di interpellare un chirurgo plastico (nonché un bravo psicologo ;-))!!!
Baci,
polle

M.Cristina ha detto...

Marina e Polle, siete i soliti dissacratori....