Un pò di me e la mia intervista con Maurizio Costanzo e più in giù in nuovi post

venerdì 28 settembre 2007

La vita secondo Woody Allen

La cosa più ingiusta della vita è come finisce.Voglio dire: la vita è dura e impiega la maggior parte del nostro tempo...Cosa ottieni alla fine? La morte.Che significa? Che cos'è la morte? Una specie di bonus per aver vissuto?Credo che il ciclo vitale dovrebbe essere del tutto rovesciato. Bisognerebbe iniziare morendo, così ci si leva il pensiero. Poi, in unospizio dal quale si viene buttati fuori perché troppo giovani.Ti danno una gratifica e quindi cominci a lavorare per quarant'anni, fino ache sarai sufficientemente giovane per goderti la pensione.Seguono feste, alcool, erba e il liceo.Finalmente cominciano le elementari, diventi bambino, giochi e non hairesponsabilità, diventi un neonato, ritorni nel ventre di tua madre,passi ituoi ultimi nove mesi...galleggiando e....finisci il tutto con unbell'orgasmo!

WOODY ALLEN


Io lo trovo geniale.

4 commenti:

Giampaolo ha detto...

E' uno dei miei preferiti di Woody.
E' un grande.
Mi devo ricordare di comperare i suoi libri tradotti da Luttazzi.
Penso che sarà una piacevole rilettura.

M.Cristina ha detto...

Si te lo consiglio, sono veramente irresistibili..

Finazio ha detto...

Magari fosse possibile.

M.Cristina ha detto...

@ Piacere finanzio, purtroppo ho scoperto soltanto ora il tuo commento e mi dispiaccio per il ritardo, in tutti i casi hai ragione...magari fosse possibile.