Un pò di me e la mia intervista con Maurizio Costanzo e più in giù in nuovi post

lunedì 14 settembre 2009

Per te



Poche parole e tutto sembra dissolversi e volare via.
Grandi nuvoloni corrono sopra di me, mentre scivolo lontano.
Dove andrà il “nostro” tutto?
Mi sembra di vederlo, volteggia intorno a me, disorientato.
Ma non posso aiutarlo, non saprei cosa dirgli.
Chiudere la porta, attraversare la pioggia e dirmi che non è successo nulla.
E’ già tanto, è già troppo.
Ma perché se era nulla fa così male?
Serrare l’anima dopo averla convinta a lasciarti entrare, sembra quasi follia.
La scelta odiosa di un incantesimo che non capisco.
Non dopo che su di noi aveva fatto scendere la magia dell’improbabile.
Intimi senza intimità, quante volte te l’ho detto…
Ed ora dimenticare i giochi, le frasi, le risate improvvise, le domande inopportune, le risposte timide.
Tornare senza.
Tutto qui.
Ed allora perché è così difficile?

2 commenti:

Paolo ha detto...

... e' semplicemente bello; alcune emozioni sono così forti e vere che vale comunque la pena viverle anche se quello che abbiamo creduto amore non lo è mai diventato ...
baci Bina

ebalsemin ha detto...

Bella, veramente bella...